Scarica l'App
21:30
Senza Lucio
Mario Sesti
Lucio Dalla, Marco Alemanno, Charles Aznavour, Paolo Nutini, John Turturro

Il 1 marzo 2012 la morte di Lucio Dalla, personalità tra le più poliedriche che la scena artistica italiana abbia conosciuto, ha scatenato un’ondata di molteplici, affettuose reazioni, radicate com’erano nell’immaginario del Paese le sue canzoni. Senza Lucio di Mario Sesti vuol rendere soprattutto giustizia a questo mare emozionale, attraverso le parole e le immagini private di alcuni amici e collaboratori tra i più stretti. Evitando la strada convenzionale del documentario biografico – costruito cioè su sicure basi d’immagini d’archivio e climax musicali di facile impatto emotivo – lavora appunto sulle ragioni dell’assenza che un autore così creativo, curioso e istintivamente empatico ha lasciato nei singoli. Il rischio dietro l’angolo è il santino sentimental-buonista. A parziale garanzia contro tale pericolo è il coinvolgimento, in voce over e in veste di autore di molte fotografie inedite, del compagno d’arte e di vita Marco Alemanno. Cifra che assicura a Senza Lucio una linea precisa: la volontà di non fare sensazionalismo ma di condividere con la collettività un lutto per elaborarlo. Preservare quindi uno spirito, una comunicazione altra, impalpabile ma presente, con chi non è più.

ARCOBALENOMI
15:0017:1519:2021:20
VINCITORE DI 3 OSCAR!!
Whiplash
Damien Chazelle
Miles Teller, J. K. Simmons, Melissa Benoist, Paul Reiser, Austin Stowell

Andrew studia batteria jazz nella più prestigiosa ed importante scuola di musica di New York, è al suo primo anno e già viene notato da Terence Fletcher, temutissimo e inflessibile insegnante che a sorpresa lo vuole nella propria band. Il ragazzo è eccitato dalla possibilità ma non sa che in realtà sarà un inferno di prove, esercizi e umiliazioni come non pensava fosse possibile. Gli standard richiesti da Fletcher sono mostruosi e progressivamente alienano sempre di più Andrew dalle altre parti della sua vita.

Probabilmente il miglior film musicale degli ultimi 10 anni, un ibrido capace di farsi portatore di idee e punti di vista poco usuali nel cinema statunitense che vanno ben al di là della musica.

 

15:0017:1019:2021:30
Noi e la Giulia
Edoardo Leo
Luca Argentero, Edoardo Leo, Claudio Amendola, Anna Foglietta, Stefano Fresi

Diego (Luca Argentero), Fausto (Edoardo Leo) e Claudio (Stefano Fresi) sono tre quarantenni insoddisfatti e in fuga dalla città e dalle proprie vite, che da perfetti sconosciuti si ritrovano uniti nell’impresa di aprire un agriturismo. A loro si unirà Sergio (Claudio Amendola), un cinquantenne invasato e fuori tempo massimo, ed Elisa (Anna Foglietta), una giovane donna incinta decisamente fuori di testa. Ad ostacolare il loro sogno arriverà Vito (Carlo Buccirosso), un curioso camorrista venuto a chiedere il pizzo alla guida di una vecchia Giulia 1300. Questa minaccia li costringerà a ribellarsi ad un sopruso in maniera rocambolesca e lo faranno dando vita a un’avventura imprevista, sconclusionata e tragicomica, a una resistenza disperata …quella che tutti noi vorremmo fare… se ne avessimo il coraggio

15:3018:1521:00
ARCOBALENOMI
15:3018:1521:00
Vizio di forma
Paul Thomas Anderson
Reese Witherspoon, Sasha Pieterse, Jena Malone, Joaquin Phoenix, Josh Brolin

Tratto dal romanzo “Vizio di Forma” di Thomas Pynchon, il nuovo film di Paul Thomas Anderson ha per protagonista Joaquin Phoenix. L’attore veste i panni di Doc Sportello, un detective privato dalla vita dissoluta che, nella Los Angeles di fine anni Sessanta, viene trascinato dalla sua ex-ragazza nel rapimento del suo attuale amante, un facoltoso proprietario terriero.

15:1019:25
Le leggi del desiderio
Silvio Muccino
Silvio Muccino, Nicole Grimaudo, Maurizio Mattioli, Carla Signoris, Luca Ward

Giovanni è un life coach di successo, giudicato alternativamente profeta o ciarlatano, pagliaccio o portento. L’ultima iniziativa mediatica che lo vede protagonista è un concorso televisivo in cui tre persone verranno selezionate ai casting per diventare sue cavie: in sei mesi Giovanni porterà ognuno di loro a conseguire i successi che desiderano. I tre selezionati sono un sessantenne disoccupato in cerca di impiego, una cinquantenne segretaria in Vaticano con la passione per la scrittura di romanzi soft porn, e una trentenne editor e amante del suo capo, che guarda caso è anche lo sponsor del concorso.

ARCOBALENOMI
15:0017:0019:2021:30
14:5017:0019:2021:30
Birdman
Alejandro González Iñárritu
Michael Keaton, Zach Galifianakis, Edward Norton, Andrea Riseborough, Amy Ryan

Riggan Thompson è una star che ha raggiunto il successo planetario nel ruolo di Birdman, supereroe alato e mascherato. Ma la celebrità non gli basta, Riggan vuole dimostrare di essere anche un bravo attore. Decide allora di lanciarsi in una folle impresa: scrivere l’adattamento del racconto di Raymond Carver Di cosa parliamo quando parliamo d’amore, e dirigerlo e interpretarlo in uno storico teatro di Broadway. Nell’impresa vengono coinvolti la figlia ribelle Sam, appena uscita dal centro di disintossicazione, l’amante Laura, l’amico produttore Jake, un’attrice il cui sogno di bambina era calcare il palcoscenico a Broadway, un attore di grande talento ma di pessimo carattere. Riuscirà Riggan a portare a termine la sua donchisciottesca avventura?

17:15
8 NOMINATION AGLI OSCAR
The imitation game
Morten Tyldum
Benedict Cumberbatch, Keira Knightley, Matthew Goode, Mark Strong, Rory Kinnear

Manchester, primi anni ’50. Alan Turing, brillante matematico ed esperto di crittografia, viene interrogato dall’agente di polizia che lo ha arrestato per atti osceni. Turing inizia a raccontare la sua storia partendo dall’episodio di maggiore rilevanza pubblica: il periodo, durante la Seconda Guerra Mondiale, in cui fu affidato a lui e ad un piccolo gruppo di cervelloni, fra cui un campione di scacchi e un’esperta di enigmistica, il compito di decrittare il codice Enigma, ideato dai Nazisti per comunicare le loro operazioni militari in forma segreta. È il primo di una serie di flashback che scandaglieranno la vita dello scienziato morto suicida a 41 anni e considerato oggi uno dei padri dell’informatica in quanto ideatore di una macchina progenitrice del computer.

PROSSIMAMENTE
PREACQUISTA / PRENOTAARCOBALENODUCALE
National Gallery
Frederick Wiseman

Cosa accade quando un regista dallo sguardo curioso e lucido esplora una delle più grandi istituzioni museali al mondo?

Ne nasce un film eccezionale che coltiva il gusto della lentezza e della contemplazione e che riserva sorprese continue, visione dopo visione: è National Gallery, l’ultima opera di Frederick Wiseman, Leone d’Oro alla Carriera all’ultima Mostra Cinematografica di Venezia. Presentato e acclamato lo scorso anno nella Quinzaine des Réalisateurs del Festival di Cannes, National Gallery arriva in Italia solo per un giorno mercoledì 11 marzo distribuito da Nexo Digital e I Wonder Pictures. Il film permetterà allo spettatore di immergersi nel museo londinese, guidandolo in un viaggio nel cuore dell’istituzione di Trafalgar Square e dei capolavori dell’arte occidentale che vi sono custoditi. Si tratta del ritratto di un luogo “dal di dentro”: una narrazione del funzionamento della National Gallery e del suo rapporto con il mondo, ma anche delle persone che vi lavorano giorno dopo giorno, del suo pubblico, dei suoi dipinti. In un gioco di specchi continuo e vertiginoso, in un mosaico dove il cinema osserva le opere d’arte e la pittura guarda con curiosità al cinema.

Del resto è proprio questa una delle grandi qualità di Wiseman, narratore paziente e “invisibile” sempre attento ai minimi dettagli: la sua capacità di svelare, con discrezione e grazia, i segreti dei microcosmi che si trova di volta in volta a indagare. In National Gallery scopriamo così il teschio deformato che si nasconde nell’olio su tavola degli Ambasciatori di Holbein il Giovane per passare poi a partecipare alle riunioni dello staff del museo assieme al Direttore Nicholas Penny, a prendere parte alle problematiche su illuminazione e restauri, a lasciarci stupire dalla composizione rivelata dai Raggi X sotto il Ritratto di Federico Rihel a Cavallo di Rembrandt, a partecipare al balletto, coreografato da Kim Brandstrup e Wayne McGregor, messo in scena nelle sale del museo in occasione della mostra Metamorfosi: Tiziano. Senza dimenticare le proteste ambientaliste degli attivisti di Greenpeace, arrampicati sulla facciata del Museo. Quelli che il regista porta in scena sono così momenti quotidiani di quella “creatura viva” che è la National Gallery: per comporre questo quadro di 180 minuti -tra le opere di Leonardo, Caravaggio, Turner, Goya, Tiziano, Holbein, Bronzino, Rembrandt, Velasquez, Pisarro… – Wiseman ha messo infatti in pratica il metodo che caratterizza da sempre il suo lavoro. Si è immerso nelle realtà del museo, vivendoci per settimane e settimane, riprendendo tutto e quindi selezionando e montando pazientemente le 170 d’ore di riprese raccolte, senza mai aggiungere voci fuori campo né interviste.

IL 11 MARZO
PROSSIMAMENTE
Foxcatcher
Bennett Miller
Steve Carell, Channing Tatum, Mark Ruffalo, Vanessa Redgrave, Sienna Miller

Il campione olimpico di lotta Mark Schultz viene contattato da emissari del miliardario John du Pont. Costui, erede della dinastia di industriali, vuole costruire un team di lottatori che tenga alto il prestigio degli Usa alle Olimpiadi di Seul del 1988. Lui ne sarà il finanziatore e il coach. Mark vede in questo invito l’occasione per affrancarsi dal fratello maggiore, anch’egli campione, ma deve ben presto accorgersi che Du Pont soffre di disturbi psicologici originati da una totale dipendenza dal giudizio dell’anziana madre.

DAL 12 MARZO
PROSSIMAMENTE
La famiglia Bélier
Eric Lartigau
Karin Viard, François Damiens, Eric Elmosnino, Louane Emera, Roxane Duran

Tutti i componenti della famiglia Bélier sono sordomuti tranne Paula, la primogenita di 16 anni. Paula è un’interprete indispensabile per i suoi genitori e il fratello minore, preziosa per il funzionamento della loro fattoria. Un giorno, spinta dal suo insegnante di musica che ha scoperto il suo dono per il canto, decide di fare le selezioni per una nota scuola di canto parigina. Una scelta di vita che significherebbe la distanza dalla sua famiglia e un passaggio inevitabile all’età adulta.

DAL 26 MARZO
PROSSIMAMENTE
Nessuno si salva da solo
Sergio Castellitto
Riccardo Scamarcio, Jasmine Trinca, Anna Galiena, Marina Rocco

Delia e Gaetano (Gae) sono stati sposati e hanno due figli, Cosmo e Nico. Da poco tempo vivono separati, lei ha tenuto la casa con i bambini, lui vive in un residence. Delia, che in passato ha sofferto di anoressia, è una biologa nutrizionista, Gaetano è uno sceneggiatore di programmi televisivi.
Delia e Gae si incontrano per una cena in un ristorante, devono apparentemente discutere dell’organizzazione delle vacanze dei loro figli… ma presto capiamo che quell’incontro servirà ai due protagonisti per compiere un viaggio dentro la loro storia d’amore e scoprirne le ragioni della fine. La cena occupa l’intero svolgimento del film, ma attraverso una serie di flash back, viene ripercorsa la vita di Delia e Gaetano, dall’entusiasmo dei primi anni di vita in comune, l’amore, la passione, ai primi problemi e frustrazioni reciproche che hanno cominciato ad allontanarli, fino alla separazione. Sia Delia che Gae sono stati condizionati dai difficili rapporti avuti con i genitori. Delia ha molto sofferto quando la madre, Viola, ha abbandonato lei e il padre, un medico morto da tempo. Gaetano si è sempre sentito incompreso dal padre, Luigi, che non è riuscito a infondergli autostima.

DAL 5 MARZO
PROSSIMAMENTE
Suite francese
Saul Dibb
Michelle Williams, Kristin Scott Thomas, Matthias Schoenaerts

Ambientato in Francia nel 1940, Suite francese racconta la storia della bellissima Lucile Angellier che nell’attesa di ricevere notizie del marito prigioniero di guerra, vive un’esistenza soffocante insieme alla suocera, donna dispotica e meschina. La sua vita viene stravolta quando i parigini in fuga si rifugiano nella cittadina dove vive. Subito dopo la città viene invasa dai soldati tedeschi che occupano le loro case. Inizialmente Lucile ignora la presenza di Bruno, un raffinato ufficiale tedesco che è stato dislocato nella loro abitazione…ma ben presto vengono travolti dalla passione e dall’amore.

DAL 12 MARZO
PROSSIMAMENTE
PREACQUISTA / PRENOTADUCALEARCOBALENO
ALL'ARCOBALENO E AL DUCALE
Romeo e Giulietta

Basato sul dramma di Shakespeare, Romeo e Giulietta è uno dei balletti più popolari al mondo benché la sua genesi sia complessa e travagliata visto che la partitura era considerata incomprensibile e alcuni passi estremamente difficili. Gli artisti contestarono anche il lieto fine pensato da Prokofiev perché per il compositore era impossibile immaginare una scena coreutica danzata da protagonisti in fin di vita. Originariamente commissionato dal Balletto Kirov di Leningrado nel 1934, Romeo e Giulietta di Prokofiev non fu messo in scena prima del 1940 al Teatro Kirov e solo nel 1946 al Bolshoi. Oggi questo balletto è considerato l’opera più preziosa di Prokofiev per l’ispirazione melodica, la grande varietà dei ritmi e personaggi principali memorabili. Nel 1978, Yuri Grigorovich riprese la produzione di Prokofiev per l’Opéra di Parigi. In questa versione, la tragedia di Shakespeare è diventata estremamente rarefatta e Grigorovich ha sviluppato il personaggio femminile principale dai suoi ricordi personali di Natalia Bessmertnova, la sua prima Giulietta.

La trama racconta del tragico e infelice amore tra Giulietta Capuleti e Romeo Montecchi. Già Le Metamorfosi di Ovidio trattano, nel racconto Piramo e Tisbe, l’amore di due giovani contrastato dai dissapori tra i genitori e destinato a un epilogo fatale per il fraintendimento provocato da una morte soltanto supposta. Bisogna aspettare la fine del ’400 perché Masuccio da Salerno, nel suo Novellino, dia alla storia dei due amanti la forma oggi nota. Nel quarto decennio del ’500 Luigi da Porto riprende il tema per ambientarlo a Verona agli inizi del 1300, dando ai protagonisti i nomi di Giulietta e Romeo. Qualche decennio dopo, nel pieno ’500, è Matteo Bandello a diffondere la storia degli infelici in un breve racconto, presto diventato popolarissimo e diffuso in Francia e in Inghilterra. Furono queste traduzioni in versi e in prosa ad ispirare nel 1595 William Shakespeare per il suo Romeo and Juliet.

IL 8 MARZO
PROSSIMAMENTE
Heimat il ritorno - Cronaca di un sogno
Edgar Reitz

Dopo il grande successo raccolto alla Mostra del Cinema di Venezia e al Toronto Film Festival arriva nelle sale italiane l’ultimo geniale lavoro del regista tedesco che con la saga di Heimat ha dato vita a un fenomeno di culto scatenando uno dei dibattiti cinematografici più appassionati e profondi di tutto il Novecento.

DAL 31 MARZO
PROSSIMAMENTE
IN V.O. CON SOTT.ITA.
Medea
La Medea di Euripide, una delle tragedie più rappresentate al mondo sin dal suo debutto ateniese nel 431 a.C., porta in scena il dramma di un amore assoluto che si trasforma, a causa del tradimento di Giasone, in feroce odio e puro desiderio di vendetta. Una vendetta che coinvolgerà anche i figli che Medea ha avuto dall’uomo tanto amato. Anche la “barbara” Medea però è una vittima: sa bene, infatti, che per arrecare dolore a Giasone uccidendone i figli condannerà in primo luogo se stessa…

La parte di Medea, il cui testo è stato rivisto per l’occasione nella nuova e moderna versione di Ben Power, è affidata dalla regista britannica Carrie Cracknell a un’incredibile Helen McCrory, nota al grande pubblico per le interpretazioni di Narcissa Malfoy nella saga di Harry Potter e di Cherie Blair nel premiatissimo The Queen con Helen Mirren.

Nata a Londra e figlia di un diplomatico inglese, Helen McCrory ha vissuto in diverse parti del mondo, imparando numerose lingue, tra cui l’italiano e alcune lingue africane. Ha esordito al cinema con un ruolo minore in Intervista col vampiro, accanto a Brad Pitt e Tom Cruise. Ha quindi interpretato Anna Karenina in un film per la televisione inglese e ha avuto molti altri ruoli in produzioni come Becoming Jane – Il ritratto di una donna contro al fianco di Anne Hathaway. Madre di Giacomo Casanova in Casanova, accanto ad Heath Ledger, nel 2005 la McCrory viene scelta per interpretare Bellatrix Lestrange nei film della saga di Harry Potter; a causa della sua gravidanza, il ruolo venne affidato a Helena Bonham Carter. Nella serie, però, a partire da Il principe mezzosangue Helen McCrory interpreta Narcissa Malfoy. Nel 2006 veste i panni di Cherie Blair nel film The Queen e nel 2010 si unisce al cast di I due presidenti, film in cui interpreta nuovamente la signora Blair. Nel 2011 viene diretta da Martin Scorsese in Hugo Cabret dove intrepreta Mama Jeanne.

Tutti gli amanti del cinema e del teatro potranno confrontare questa versione di Medea con l’indimenticabile interpretazione di Maria Callas diretta da Pasolini.

DAL 7 APRILE
PROSSIMAMENTE
PREACQUISTA / PRENOTAARCOBALENO
ALL'ARCOBALENO VENERDÌ 6 MARZO - O.V.!
Of mice and men - Uomini e topi

 

Il vincitore del Golden Globe e candidato all’Oscar James Franco (127 Ore, Milk) e il candidato per il Tony Award Chris O’Dowd (Bridesmaids, Girls) portano in palcoscenico Uomini e topi, l’opera tratta dal romanzo del premio Nobel per la letteratura John Steinbeck.Ambientato in California, Of Mice and Men (pubblicato a New York nel 1937 e disponibile in italiano per Bompiani nel volume a cura di Luigi Sampietro) è un potente ritratto dello spirito americano dopo la Grande Depressione del 1929, ma anche la testimonianza straziante della forza dell’amicizia. Ha dichiarato James Franco “E’ la mia prima volta a Broadway, ma me ne sono innamorato. Quando i miei colleghi del mondo del cinema mi chiedono come riesca a farlo e rifarlo tutte le sere, io rispondo che le repliche hanno sempre una nuova energia grazie al pubblico che hai davanti. E’ come se ci fosse una nuova elettricità ogni sera. In un certo senso è più emozionante che fare un film”.L’attore e comico irlandese Chris O’Dowd, conosciuto per commedie come Le amiche della sposa e Friends with Kids, interpreta la parte del bracciante Lennie, affetto da un ritardo mentale. James Franco veste invece i panni di un altro bracciante, George, che si prende cura di Lennie, come se ne fosse il tutore. Dotato di un’enorme forza fisica, Lennie sfugge spesso al suo controllo tanto da arrivare un giorno a spezzar l’osso del collo della moglie del padrone del ranch. Disperato George sarà costretto ad ammazzare l’amico per sottrarlo al linciaggio.
Nato nel 1978 a Palo Alto, James Franco è un attore, regista, scrittore e sceneggiatore statunitense. Inizia a recitare negli anni Novanta in serie televisive come Freaks and Geeks e raggiunge la fama internazionale interpretando Harry Osborn nella trilogia di Spider-Man di Sam Raimi, lo spacciatore Saul Silver in Strafumati, Aron Ralston in 127 ore e il mago di OZ nel film Il grande e potente Oz. Nel 2013 l’attore ha ricevuto la sua stella nella Hollywood Walk of Fame.

IL 6 MARZO
PROSSIMAMENTE
Van Gogh

Dal Museo Van Gogh di Amsterdam i capolavori dell’artista più amato, ammirato, studiato e copiato in tutto il mondo.

 

IL 14 APRILE
PROSSIMAMENTE
La solita commedia - Inferno
Fabrizio Biggio e Francesco Mandelli
Fabrizio Biggio, Francesco Mandelli, Tea Falco, Marco Foschi, Paolo Pierobon e Gianmarco Tognazzi.

L’Inferno è nel caos: con il 2015 le porte del mondo degli inferi si aprono ogni giorno a folle di peccatori sempre nuovi, che affollano l’ormai invivibile ufficio di Minosse. Una struttura burocratica così vecchia e antiquata non riesce a smaltire tali numeri e, dovendo trovare a queste anime dannate una collocazione, sta mettendo a dura prova la resistenza dei suoi gironi istituzionali.

Come fare? Chiamato a raccolta da Dio in persona, Lucifero concorda sull’unica soluzione possibile: iniziare a catalogare i nuovi peccatori in schiere inventate per l’occasione, destinandoli non più al sovraffollato Inferno, ma alla Terra. Il compito di trovare neonati gironi verrà affidato a Dante Alighieri che, più di ogni altro, per esperienza e cursus honorum può esaudire correttamente la richiesta.

Dante viene così catapultato in una grande città italiana, e trova finalmente la sua guida, colui che lo accompagnerà alla ricerca dei “nuovi peccati”: Demetrio Virgilio, un trentenne precario che si appresta, come ogni mattina, ad affrontare un’altra “giornata d’Inferno”

La solita commedia: Inferno ci porterà dritti dritti dall’aldilà sulla Terra alla ricerca dei “nuovi peccatori”: dagli hacker informatici ai social-dipendenti, dai tecno incontinenti agli smanettoni del web.

Il film è una commedia allegorica dei nostri tempi e nel cast, oltre a Biggio e Mandelli, ci sono anche Tea Falco, Marco Foschi, Paolo Pierobon e Gianmarco Tognazzi.

DAL 19 MARZO
PROSSIMAMENTE
PREACQUISTA / PRENOTADUCALEARCOBALENO
RASSEGNA
National Theatre 2015

In lingua originale e con sottotitoli in italiano  quattro titoli imperdibili:

 

3 febbraio Ducale/ 6 febbraio Arcobaleno:  SKYLIGHT con Bill Nighy e Carey Mulligan diretti dal regista premio Oscar Stephen Daldry

3 marzo Ducale/6 marzo Arcobaleno:       UOMINI E TOPI con James Franco e Chris O’Dowd, tratto dal romanzo del Premio Nobel per la letteratura John Steinbeck

7 aprile Ducale/10 aprile Arcobaleno:        MEDEA con Helen McCrory che attualizzerà la celeberrima tragedia di Euripide

5 maggio Ducale/8 maggio Arcobaleno:      LO STRANO CASO DEL CANE UCCISO A MEZZANOTTE con Luke Treadaway tratto dal romanzo best seller nato dalla penna di Mark Haddon

DAL 1 APRILE
PROSSIMAMENTE
PREACQUISTA / PRENOTADUCALEARCOBALENO
Il Balletto del Bolshoi - stagione 2014/2015

La nuova stagione del balletto classico trasmesso dal Teatro Bolshoi di Mosca. Un appuntamento che unisce gli appassionati di tutta Italia portando sul grande schermo l’eccezionale cartellone del Teatro moscovita e il talento del suo corpo di ballo, mostrando anche il dietro le quinte delle esibizioni più attese.

Biglietti: intero 15 euro/ ridotto 12/convenzioni e scuole 9.

Programma cinema Ducale:

- IL LAGO DEI CIGNI:  25 GENNAIO 2015 ORE 16

- LO SCHIACCIANOCI: 22 FEBBRAIO 2015 ORE 17

- ROMEO E GIULIETTA: 8 MARZO 2015 ORE 16

- IVAN IL TERRIBILE: 19 APRILE 2015 ORE 17



 

DAL 7 MARZO